Agli studenti delle classi V

Care ragazze e cari ragazzi vi scrivo poche parole per augurarvi, dal profondo del cuore, di vivere il vostro esame di stato in serenità e determinazione. Vi auguro di trascorrere queste ore vivendo positivamente le vostre emozioni. È stato un anno particolare, ma nonostante tutto grazie alla didattica a distanza siamo riusciti a restare uniti. Ho un unico rammarico quello di non aver potuto trascorrere con voi gli ultimi mesi di scuola. In fondo anche questo periodo è stato un esame, tutti siamo stati messi alla prova, tutti abbiamo dimostrato la capacità di rivedere il nostro modo di vivere, imparando nuove regole per il benessere di tutta la comunità. Si dice che gli esami non finisco mai, la vita stessa lo è.

Vi auguro di trascorrere la vostra esistenza con gioia, attenzione e rispetto per voi stessi e per gli altri.Vi auguro di essere attori agenti della vostra vita, protagonisti di percorsi di legalità e cittadinanza attiva, vi auguro di vivere con leggerezza e saggezza eventuali momenti difficili, la vita offre infinite possibilità...e la felicità la troverete sempre e anche nelle piccole cose. Vi auguro di raggiungere i vostri sogni, e anche di cambiarli se il percorso della vita si modifica.

Vi auguro di affrontare le situazioni con senso critico e libertà intellettuale. Pensando a voi, cari studenti delle classi V, ho riletto qualche pagina del libro “La gabbianella e il gatto” di Luis Sepulveda, e mi sono sentita, insieme a tutta la nostra comunità, un po’ come il gatto Zorba...a questo punto non mi resta che augurarvi di “spiccare il volo” verso nuove mete e nuovi meravigliosi traguardi.

La vostra preside
Maria Venuti